Combat Center Bologna - Arti Marziali Bologna
Combat Center Bologna - Statuto e Regolamento Combat Center Bologna - Direzione Tecnica Grado Nero e Istruttori Combat Center Bologna - Articoli Pubblicati Combat Center Bologna - Video Il Progetto Scuola del Combat Center Bologna Combat Center Bologna - Quando e Dove Combat Center Bologna - Contattaci
Le nostre origini Storia in AKEA I nostri eventi Stage internazionali Competizioni sportive Corsi ed esami Televisione Hall of fame
Combat Center Bologna - Krav Maga Combat Center Bologna - Jeet Kune Do Combat Center Bologna - Kali Arnis Escrima Combat Center Bologna - Jun Fan Kickboxing Combat Center Bologna - Difesa da Coltello Combat Center Bologna - Full Contact Stickfighting Combat Center Bologna - Antiaggressione Femminile Combat Center Bologna - Defensive Training




Seguici su Facebook


Combat Center Bologna - Defensive Training Program

Se ci si trova a combattere in strada non sarà per vincere una medaglia o un trofeo, ma per sopravvivere!

Defensive Training 1
Defensive Training 2
Defensive Training 3
Defensive Training 4
Defensive Training 5
Defensive Training 6
Defensive Training 7
Defensive Training 8
Defensive Training 9

Il "Defensive Training Program" del Combat Center Bologna, nasce con l'intenzione di fornire gli strumenti necessari e una preparazione il più possibile completa alle persone comuni e non necessariamente appassionate di Arti Marziali, per metterle in grado di affrontare nel miglior modo possibile sia le situazioni di confronto psicologico che di scontro fisico più frequenti nella vita reale quotidiana, eliminando tutti quegli aspetti tipicamente "marziali" che, pure essendo molto interessanti, non sono fondamentali nella Difesa Personale.

Defensive Training 10
Defensive Training 11
Defensive Training 12
Defensive Training 13
Defensive Training 14
Defensive Training 15
Defensive Training 16
Defensive Training 17

Il primo argomento che viene affrontato è quello relativo allo studio delle situazioni di scontro verbale con persone in stato di alterazione psicofisica dovuta ad attacchi di rabbia o ad abuso di alcool o droghe, e a quanto sia importante cercare di gestirle con il massimo autocontrollo per non fare degenerare una discussione in una rissa.
Chi partecipa a questo corso deve riuscire ad accettare il fatto che gli insulti nel pub, la mancata precedenza all'incrocio, il tipo che chiede i soldi con il coltello in pugno, il vicino di casa fracassone e maleducato, NON sono situazioni di Difesa Personale.
Ogni volta che si sentono nel telegiornale notizie relative ad accoltellamenti, rapine finite nel sangue, risse, pestaggi, bisogna pensare che qualcuno si è fatto male, che qualcun'altro avrà grossi problemi con la giustizia, e che forse si sarebbe evitato il tutto semplicemente consegnando subito il denaro o non accettando provocazioni.
La prima tecnica che si impara nei nostri corsi è che bisogna controllare le proprie reazioni istintive, la propria aggressività, il proprio ego, in tutte le situazioni che si possono risolvere utilizzando la ragione e il calmo e corretto atteggiamento verbale.
E' chiaro però che purtroppo questo non è sempre sufficiente e, visto che può anche capitare di essere aggrediti fisicamente, il Defensive Training Program prevede una preparazione completa sia sul piano fisico che su quello tecnico di tutti i movimenti più importanti, sia difensivi che offensivi.
Si inizia con lo studio delle varie distanze di combattimento e con gli spostamenti in tutte le direzioni per migliorare equilibrio, reattività e senso della propria posizione.
Per ciò che riguarda la parte offensiva, si concentra tutto l'allenamento su colpi che possono essere portati anche da chi non è particolarmente prestante o in una forma fisica non proprio ottimale: ginocchiate, gomitate, colpi con il palmo della mano, calci frontali e alle gambe, sono di certo sufficienti a coprire tutte le distanze e ad abbattere qualunque tipo di aggressore.
Nella parte di difesa da aggressori armati si privilegiano movimenti semplici e non troppo specifici, cioè che possano essere utilizzabili allo stesso modo anche contro armi differenti: poter applicare la stessa difesa indipendentemente da quale arma ci si trovi a fronteggiare è di certo un vantaggio enorme e la certezza di ottenere il massimo dell'efficacia anche sotto stress.
Vengono esaminate con molta attenzione anche le prese effettuate per bloccare la vittima e colpirla, o per cercare di soffocarla, che possono essere sia in piedi che a terra, e che rappresentano un altissimo indice di pericolosità, soprattutto per il fatto che vengono utilizzate dai soggetti fuori controllo a causa dell'assunzione di sostanze o di un improvviso attacco di rabbia.
Una particolarità unica di questo programma è la quantità enorme di lavoro che viene svolta contro due e tre avversari, prima tutta a mani nude, poi contro le prese e, infine, contro ogni tipo di arma: è di sicuro il miglior sistema per ricreare in allenamento gli effetti dello "stress da aggressione" che, se non è mai stato provato prima, può vanificare tutto quello che si è appreso durante le lezioni.

Defensive Training 18


Ultimo, ma importantissimo, lo studio degli aspetti legali relativi alla Difesa Personale, perchè è vero che il primo problema da risolvere è tornare a casa vivi con il minore danno possibile, ma è anche vero che agire nel pieno rispetto delle leggi vigenti serve a non eccedere nella reazione evitando il rischio di finire nei guai con la Giustizia: ogni nostro gesto potrebbe essere ripreso da una videocamera o da un videofonino, quindi l'aspetto legale è importante almeno quanto quello pratico.
Chiunque può trovarsi a dover difendere se stesso o i propri cari: saperlo fare è diventata una necessità.



Defensive Training 19 Defensive Training 20