Sapersi adattare all'arma


Quando si parla di difesa da coltello, si usa un modo di dire molto generico e sbagliato. Per essere più precisi, nella maggior parte delle Arti Marziali praticate in occidente se si dice difesa da coltello si intende proprio e solamente questo, creando un pericoloso limite alle nostre conoscenze, alla capacità e alla abilità di affrontare un aggressore armato. Infatti, di solito si studiano alcune tecniche di difesa relative ai tipi di attacco più banali e che difficilmente comprendono possibili varianti applicabili all’ultimo momento. Nel nostro sistema invece, ogni tecnica difensiva è modificabile in vari modi durante la sua esecuzione e tutte le varianti vengono studiate e allenate con la stessa accuratezza. Questo perchè i coltelli sono di tipologie molto diverse tra loro come costruzione e come dimensioni, come tipo di lama e come impugnatura: il coltello che ci troviamo di fronte è un lama fissa lungo e sottile o con lama larga e piatta, ha un filo solo o è a doppio filo tipo pugnale, è un serramanico normale oppure un Balisong, il coltello a farfalla? Ogni versione di coltello possiede caratteristiche che noi possiamo sfruttare per portare la situazione a nostro vantaggio e caratteristiche che possono invece crearci grossi problemi. Bisogna poi tener presente che non è detto affatto che ci si trovi per ad affrontare la lama di un coltello, visto che possono essere utilizzati con la stessa pericolositè oggetti come i cutter, siringhe, cacciaviti, punteruoli, che spesso vengono preferiti al coltello per evitare guai nel caso di controlli delle Forze dell’Ordine, perchè non sono considerate armi. Il fatto che siano trattati come comuni oggetti da lavoro può anche mettere al riparo chi ne viene trovato in possesso dalla denuncia di porto abusivo di arma da taglio e questo, per molti loschi individui, può significare la differenza tra l’arresto e la libertà di circolare. Pensate solo che la maggior parte delle rapine in banca viene effettuata con il cutter… E’ chiaro quindi che noi non possiamo applicare solo una serie di difese generiche senza prendere in considerazione cosa sta impugnando il nostro aggressore in quel momento, ma la nostra vera forza sta nel saperci adattare e comportare di conseguenza: sono situazioni sempre molto pericolose e non possiamo permetterci mai di venire colti di sorpresa!