Le arti guerriere filippine


Kali, Arnis, Escrima, tre modi diversi per definire le arti guerriere delle isole Filippine. Questa distinzione di terminologia ha origine antiche, ma abbastanza chiare ad un esperto di queste discipline: Kali è il nome antico del metodo di combattimento filippino, ed era praticato nel centro e nel sud dell’arcipelago molto prima dell’invasione degli spagnoli. Esso privilegia l’utilizzo di armi da taglio tipiche, come il bolo, il barong o il kampilan, e possiede anche tecniche a mani nude molto raffinate, derivanti dall’ Indonesia e Malesia. Nel Paese d’origine però, specialmente nel nord, queste discipline sono più conosciute con il nome di Arnis, mentre nelle regioni centrali sono più note come Escrima, termini comunque facilmente comprensibili e chiaramente derivati dalla lingua spagnola. L’Arnis o l’Escrima preferiscono l’utilizzo del bastone, singolo e doppio, come arma fine a se stessa o addirittura sostitutiva dell’arma da taglio, mentre le tecniche a mani nude non sono affatto raffinate come nel Kali, ma derivano direttamente dall’uso delle armi. Questo cambiamento ebbe probabilmente origine nel 1764, quando il governatore Salazar proibì il pugnale e il bolo (machete), utilizzato a quel tempo come coltello da lavoro. Da allora l’ingegno dei ribelli filippini cominciò ad adattare le tecniche delle armi da taglio al bastone, singolo e doppio, e questo spiega il perchè di tante similitudini tra le due armi, sia in fase di allenamento al maneggio che in fase di studio delle tecniche difensive. Inoltre, lavorare sempre contro armi diverse per lunghezza, maneggevolezza, forma e peso abitua a difendersi su distanze diverse sfruttando stessi concetti e stessi princìpi. Il Maestro Dan Inosanto, allievo di Bruce Lee e uno dei più grandi esperti di questo tipo di discipline ha compiuto negli ultimi anni una opera di diffusione a livello mondiale che ci ha permesso di conoscere, praticare e apprezzare la loro straordinaria utilità. Non è casuale che tutti i più importanti Corpi Speciali Militari, di Polizia e i Gruppi di Intervento Antiterrorismo di quasi tutti i Paesi del mondo abbiano inserito il Kali nei loro programmi di addestramento. E’ questa la maggior garanzia di semplicità ed efficacia!